PDF Stampa E-mail

Week end nella Valdaso (Marche)

Presso Wigwam Club Turismo e Ambiente Agritur-Aso

(per gruppi a partire da 20 persone)


Il Wigwam Club Turismo e Ambiente Agritur-Aso è lieto di proporre una vacanza in un luogo che a ragione viene chiamato Il Giardino delle Marche”: la VALDASO.

Dai Monti Sibillini al mare Adriatico il fiume Aso scorre per 72 km in mezzo a frutteti, orti, vigneti e uliveti sovrastato, sulle colline, da 23 borghi medioevali.

Gli agriturismi e le country houses dell’Agritur-Aso, tra i borghi di Ortezzano e Petritoli, nella media Valdaso, sapranno offrire agli ospiti un’accoglienza calorosa, in un clima famigliare e genuino.


Dall’antica Novana alle terre sistine” (1° itinerario)

 

Promozione

 

Promozione

 

Promozione

 

Promozione

 

 

Al centro della Val D’Aso, nel comune di Monterinaldo in località La Cuma, si possono ammirare i resti (tempio e porticato) di un monumentale santuario romano di età tardo-repubblicana (II – I sec. A.C.).E’ uno dei complessi cultuali ellenistici più importanti della regione, derivato da modelli architettonici greco-orientali. L’area del santuario è compresa tra due corsi d’acqua e la presenza di un pozzo, di canalette e di un impianto idrico all’interno del complesso, fanno ipotizzare un culto terapeutico connesso all’acqua. Successivamente nello stesso sito si impiantò una villa rustica la cui vita è attestata fino ad età romana imperiale avanzata. Qualcuno avanza l’ipotesi che la funzione e pertinenza di questo tempio fossero legate all’antica città di Novana, di cui parla Plinio, ma che non è stata ancora localizzata con certezza.

Nella stessa zona sorge Montalto delle Marche a cui è legata la figura del papa Sisto V il quale elevò il paese al grado di città, a sede vescovile e a capoluogo di un vasto territorio, il Presidiato di Montalto, composto di “14 terre”. Tra i luoghi di interesse legati alla figura di Sisto V, oltre ai musei sistini situati dentro le mura del paese, c’e’ il “Mulino di Sisto V”, costruzione fortificata (mulino-torre) che al tempo del papa aveva la funzione di zecca.

 

Zecca

 

La cucina del Piceno, e della Val d’Aso in particolare, offre tante specialità. Tra le più apprezzate ci sono le famose “Olive Ascolane” e i “maccheroncini di Campofilone” col suo tradizionale sugo a base di rigaglie di pollo.

L’Agritur-Aso è felice di insegnare a chi ha interesse per la cucina queste specialità con un mini-corso di un pomeriggio presso una delle sue strutture.

 

Olive  Maccheroncini

 

La Valle dell’Aso viene chiamato il giardino delle Marche per i suoi splendidi frutteti e orti nella pianura e per le vigne e gli ulivi nelle colline. Non può mancare per chi viene a visitarla un assaggio delle sue tipicità. Per questo ai gruppi di visitatori l’Agritur-Aso propone la visita a prestigiose aziende dove è possibile degustare ottimi vini, i famosi maccheroncini di Campofilone, marmellate, sciroppate e Vino Cotto, ed infine olio extravergine di oliva.


Programma

vai alla pagina successiva....



 
Banner